Ti sarà inviata una password per E-mail

Nella strada verso il successo e la piena realizzazione professionale si frappongono tanti ostacoli e sfide da superare. Alcuni potranno essere sormontabili con il lavoro duro, il talento, la pratica; altri saranno invalicabili, e serviranno come indicazione che la via intrapresa non è quella giusta per il raggiungimento dei propri obbiettivi.

Dover cambiare strada, ripensare le proprie decisioni e strategie, ammettere di non essere riusciti nel completamento dei propri propositi, è pesante e frustrante, e può sembrare un fallimento irrimediabile.

Rabbia, avvilimento, stanchezza, sono alcune delle tante emozioni negative che circondano un fallimento, e che si accumulano alle preoccupazioni sull’immagine che le persone avranno del proprio business e attività lavorativa dopo una sconfitta, e ai timori per un futuro incerto.

Ma, a ben vedere, un fallimento non è uno stigma irrecuperabile:

E’ solo una fase di passaggio verso la realizzazione dei propri scopi.

Un fallimento non è la fine del proprio successo, ma più di ogni altra cosa un nuovo punto di partenza. Tante sono le persone di successo che hanno affrontato fallimenti apparentemente catastrofici, ma che si sono rialzate più forti di prima e hanno realizzato obbiettivi ancora più grandi e ambiziosi imparando dai propri errori.

Questo perché i fallimenti sono segretamente le più importanti lezioni di vita che si possano raccogliere nella strada verso il successo, ed è importante sfruttarli come nuovo stimolo per provare e lottare per le proprie aspirazioni.

Osserviamo i 3 principali segreti che i fallimenti insegnano.

 

1 I fallimenti rafforzano la determinazione

Così come correre ogni mattina e fare palestra allena alla resistenza fisica, così come lo studio e la lettura prepara e risveglia la mente, il fallimento rafforza la costanza e la perseveranza.

Sbagliare è umano, tentare di nuovo è quello che distingue la persona di successo dalla massa.

I fallimenti insegnano che se non ci si lascia scoraggiare e fermare dalle sconfitte, è possibile tornare in gioco presto e con più grinta di prima, portando dentro di sé tutta la consapevolezza e saggezza derivata dal fallimento.

Provare e provare di nuovo senza mollare, senza farsi scoraggiare e senza permettere alle circostanze di fermare la propria corsa: queste sono le vere chiavi per il successo che il fallimento consegna nelle mani delle persone testarde e determinate che non vogliono arrendersi.

A piccoli passi, anche una lumaca può percorrere distanze impressionanti, quello che conta è la perseveranza, la determinazione di non fermarsi fino al raggiungimento degli obbiettivi, qualsiasi cosa accada per la strada.

Non permettere agli ostacoli di bloccare il proprio cammino dà immediatamente una spinta propulsiva in più per il raggiungimento del traguardo desiderato.

Accettando l’idea che il fallimento faccia parte del gioco, ma che non può frenarci se non gli diamo il potere di farlo, si avrà una marcia in più per proseguire con determinazione fino alla realizzazione del proprio obbiettivo.

Prendere in mano il fallimento permetterà di ottenere una volontà indomita e instancabile che niente potrà più abbattere.

 

2 I fallimenti alimentano il talento

È possibile migliorarsi e potenziare i propri punti di forza solo attraverso la pratica e l’esperienza. Perché il talento non rimanga solo potenziale inespresso deve essere esternato e messo alla prova, e gli errori fanno parte del suo naturale rodaggio.

Senza i fallimenti, è impossibile farsi le ossa, essere pronti ad affrontare le prossime sfide, fare il callo alla realtà ardua in cui vogliamo inserirci e che vogliamo dominare.

Solo con le prove e l’esperienza si ottiene la conoscenza che aumenterà le proprie abilità professionali e personali.

Non basta analizzare le possibilità e riflettere: per raggiungere il successo è necessario esprimere le proprie capacità, prendere parte alla sfida, esporsi e tentare di creare concretamente i propri progetti. In questo modo si riceverà tutto il feedback che renderà i prossimi tentativi più efficaci e solidi, fino al raggiungimento del successo.

Lo studio prepara il talento, ma solo gli errori lo rafforzano, lo rendono migliore, insegnano ad usarlo nel modo appropriato.

Ogni fallimento rende più reattivi, più svegli, e più capaci.

 

3 I fallimenti allenano ad avere coraggio

I fallimenti insegnano ad avere coraggio e a non smettere di osare.

Dopo un fallimento, si può avere la tentazione di ritirarsi nel proprio guscio, tirare i remi in barca e provare a navigare in acque più sicure, ma è proprio l’opposto di quello che il fallimento ci vuole comunicare.

Cosa sarebbe successo se invece di una sconfitta il proprio proposito fosse andato in porto e si fosse realizzato? Forse i tempi non erano giusti o le fondamenta poco solide, ma con il coraggio di osare di nuovo la prossima volta potrà andare bene.

Il messaggio dietro ogni sconfitta è l’arroganza di provare di nuovo, la faccia tosta di rialzare la testa, il coraggio di provare ad azzardare ancora.

I fallimenti insegnano a non avere paura di mettersi in gioco, a non temere un ritorno negativo, ad accettare gli insuccessi e prepararsi psicologicamente e concretamente alle eventualità spiacevoli per usarle a proprio vantaggio.

Non è il fallimento che blocca il successo, ma la paura del fallimento.

Trovandosi faccia a faccia con la sconfitta, guardando negli occhi le proprie paure e riuscendo a superarle, si può trarre un forte stimolo al coraggio di non fermarsi. Solo prendendo rischi ponderati e tentanto con coraggio quello che nessuno ha mai tentato prima si potrà fare una differenza e raggiungere il successo.

Il coraggio è la molla dietro ogni successo, è il cuore che alimenta ogni risultato positivo. Sfruttare l’insegnamento dei fallimenti a proprio favore rafforza il coraggio e dona nuova iniziativa.

 

Concludendo:

In conclusione, il fallimento è una tappa naturale di ogni grande impresa, e il requisito fondamentale per raggiungere il successo.

Ma se a primo impatto ne spiccano solo i lati negativi, sono tanti i benefici che si possono trarre dalle sconfitte per rafforzarsi ed essere più preparati alle nuove sfide.

Apprendendo i 3 insegnamenti segreti riportati sopra attraverso i fallimenti niente sarà più in grado di fermare la propria scalata verso il successo.

E te cosa ne pensi? Lasciami un commento!