Ti sarà inviata una password per E-mail

La vita, si sa, non è sempre rose e fiori, ognuno di noi, durante il suo corso, può incappare in dolori e sofferenze, come lutti, delusioni cocenti, sconfitte, perdite, separazioni.

Non sempre questi eventi sono facili da affrontare e spesso riempiono di dolore la vita di chi si trova a doverli vivere. Ma anche i momenti più duri ed i dolori più grandi possono essere superati e le ferite aperte possono divenire, con il giusto tempo, delle cicatrici e possono addirittura renderci più forti e solidi come persone.

Inoltre bisogna sempre ricordare che la vita va avanti, continua a fluire e sono tante le cose che possiamo ancora fare, anche dopo una rottura, una separazione o una perdita. Soffrire ci può aiutare a crescere e maturare, a diventare più riflessivi, ma ci sono così tante cose belle da vivere che a un certo punto è necessario abbandonare la sofferenza e rituffarsi nella vita.

Dunque quali sono 3 motivi per smettere di soffrire?

Vai alla pagina seguente per leggere il primo motivo!

 

1) Il primo motivo siamo noi stessi.

Qualsiasi cosa ci sia accaduta, anche la più terribile, non può fermarci, schiacciarci, annientarci del tutto. Certo, il dolore va legittimato, inizialmente è giusto dargli il giusto spazio, ma poi va superato. Come?

Riflettendo su di noi, su chi siamo, su cosa vogliamo, su tutto ciò che la vita ci può ancora dare, su quello che possiamo fare, sui risultati che possiamo raggiungere. Quindi basta soffrire, è importante mettersi al centro del proprio mondo e chiedersi che cosa si può fare per se stessi.

Avere un atteggiamento introspettivo, cercare di conoscersi meglio e più a fondo può essere sicuramente d’aiuto.

  • Quali sono le proprie passioni?
  • Cosa ci piace fare?
  • Cosa vogliamo per noi?
  • Cosa amiamo di noi?

Dobbiamo capire che al di là di ciò che abbiamo vissuto noi continuiamo ad esistere, a valere e abbiamo il diritto di essere appagati e soddisfatti.

Lo sport può essere un valido aiuto per l’autostima, che di solito in questi casi subisce bruschi cali, ma anche per il buon umore poiché, è scientificamente dimostrato, attività come la camminata e la corsa, sopratutto se all’aria aperta e in spazi verdi, riducono il rischio di incappare in ansia e depressione.

Anche le attività creative, come cucinare o costruire qualcosa possono aiutarci ad andare oltre, così come dedicarsi a passatempi quali il giardinaggio, la lettura, la visione di film. Bisogna smettere di soffrire prima di tutto per se stessi, per il proprio benessere, per la propria salute. Ognuno di noi merita di essere felice.

 

2) La nostra vita è unica

Il secondo motivo per cui dobbiamo smettere di soffrire è perché al di là dell’evento doloroso la nostra vita può essere ancora piena ed interessante. Quante cose essa ci può ancora riservare? Certo, ora ci sembra difficile ma le sorprese, quelle belle e positive, sono sempre dietro l’angolo. Come capitano gli eventi tristi sono anche numerosi gli eventi felici, quelli che ci possono far assaporare appieno il gusto dell’esistenza e che ci possono far comprendere meglio che smettere di soffrire è l’alternativa migliore per guardarsi intorno e gustarsi i veri piaceri della vita. Smettendo di essere concentrati sulla nostra sofferenza potremo, ad esempio, conoscere persone nuove, interessanti, e da questi incontri potrebbero nascere amicizie sincere o addirittura delle storie d’amore. La nostra vita potrebbe anche mostrarci nuovi talenti, che non pensavamo di avere e farci sentire emozioni che pensavamo dimenticate. Insomma aprirsi al bello, lasciandosi dietro il grigiore e la solitudine, può essere davvero un’ottima idea!

 

3) Il futuro

Il terzo motivo per cui smettere di soffrire è il futuro. Non sappiamo infatti cosa esso ci potrà riservare, certo non mancheranno altre sofferenze e altri momenti difficili, pieni di tristezza, ma con un atteggiamento propositivo si potranno raggiungere grandi traguardi.

Un esempio su tutti, la fine di una storia d’amore.

Quando un amore, che magari è durato per molto tempo, finisce, la sofferenza per chi avrebbe voluto continuare la storia, magari perché ancora innamorato è tanta. Inizialmente a chi soffre sembra che il dolore non debba passare mai ma ecco che il tempo passa e le prospettive cambiano e si arriva a capire che il futuro, magari, ha ancora in serbo qualche bella sorpresa per noi!

Chi lo dice, infatti, che non incontreremo un nuovo grande amore, magari in modo del tutto casuale ed inaspettato?

Chi dice che da questo grande amore non possa poi nascere una nuova vita e che esso possa durare per sempre? Smettendo di soffrire, ricominciando a credere nel futuro, ponendosi in modo propositivo nei confronti dell’esistenza, si possono ricominciare a provare emozioni e sentimenti e possono capitare davvero delle grandi occasioni. Anche dopo un evento grave e terribile come un lutto la vita va avanti e anche in quel caso il futuro potrebbe renderci davvero felici, o quantomeno sereni ed in pace.
Quindi, dopo aver dato spazio al proprio legittimo dolore, è il caso di superarlo, di rielaborare ciò che è accaduto e di andare oltre.

Continuando a soffrire infatti, rischieremmo di perderci tante cose meravigliose, quando invece i motivi per smettere di provare dolore, sono tanti: bisogna smettere di soffrire per se stessi, perché nessuno merita di essere triste per sempre, in nome di tutto ciò che la vita può offrire ad ognuno di noi, ma anche in nome di un futuro che può essere ancora ricco, soddisfacente e sopratutto, felice!